CHI SIAMO

 

liberarti è un luogo anomalo, almeno per Trieste. È -più che altro- un modo di vivere e di concepire il mondo.

liberarti non è soltanto una galleria, un negozio, una libreria, oppure uno spazio multi-disciplinare di quaranta metri quadri. liberarti è anche - e soprattutto- un emporio dell'arte, uno “store” dove poter trovare da un quadro a un bel cappello, passando per libri e libri, vestiti, cd, una sedia, un anello. Insomma, si tratta di un magico cabinet des curiosités, alimentato da artisti e designer delle più varie discipline, stili e tecniche, che sotto lo sguardo personale e attento della direttrice, María Sánchez Puyade, vengono chiamati a dialogare tra loro e col pubblico all'interno dell'emporio.

Gli artisti e i designer rappresentati da liberarti appartengono a piccole realtà avanguardiste che fin dalla nascita dell'emporio, il 14 luglio 2012, condividono il suo stesso concetto liberale, e cioè, che le arti sono tutt'altro che conoscenze specifiche scollegate tra loro; sono invece un insieme inscindibile, un antico e sublime modo di essere e di concepire il mondo.

Si capisce allora il fatto che all'interno dello spazio convivano diverse discipline, che liberarti inoltre cura e propone ai privati e agli enti pubblici attraverso eventi di poesia, performance, concerti, installazioni, teatro, video-art e, in generale, attraverso tutto quello che ha a che fare con l'intrattenimento e con la più pura Bellezza.